Residenze

Communal Leakings

Things are never just inert objects, passive items, or lifeless chunks. Rather, they consist of tensions and hidden powers in a constant flux. How might we investigate these negative and positive forces between things in an extremely pressured environment?

Resilience – from Greek; ‘tendency to rebound’– indicates our potentiality to react to an environmental or psychological variation. Acknowledging the current condition of economic turbulences, the exhibition will investigate the notion of ‘resilience’ as an attempt to re-configure states of uncertainty into something new.

As a temporary collective of 14 artists based in Amsterdam (Sandberg Instituut) and Italy, we address the topic by inhabiting the exhibition space – the two hangars on top of Macao – over a period of two weeks between 10th and 24th November 2018. The vernissage will take place on the 17th, followed by a week of interventions, readings and screenings.

Participants:
Ada Reinthal
Andrea Belosi
Andrea Parenti
Annamaria Merkel
Benni Bosetto
Désirée Nakouzi De Monte
Emilia Tapprest
Filippo Cecconi
Filippo Tocchi
Javier Rodriguez Fernandez
mrzb
Pietro Agostoni
Paolo Bufalini
Rebecca Griffiths
Tomasz Skibicki
Younwon Sohn

The initiative is supported by Sandberg Instituut building on strong bonds between Dirty Art Department and Macao since The Wandering School in 2016.

— 

Gli oggetti non sono passivi elementi inerti, parti senza vita, piuttosto, consistono di tensioni e force nascoste in un flusso costante. Come ci può rapportare alle forze che gli oggetti raccolgono in un ambiente estremamente pressurizzato?

Resilienza – dal greco: “tendenza a reagire” - indica le potenzialità di soggetti di reagire a variazioni psicologiche o materiali a variazioni di ambiente. Considerando la corrente condizione di turbolenze, la mostrà investigherà il concetto di “resilienza” come tentativo di riconfigurare stati di incertezza in nuove modalità.

Come collettivo temporaneo di 14 artisti basati ad amsterdam (Sandberg Instituut) e in Italia, ci si rapporterà a Macao lavorando negli Hangar in un periodo di due settimane, tra il 10 ed il 24 di Novembre 2018. Il vernissage dei lavori prodotti nella prima settima di residenza avverrà Sabato 17 Novembre, e sarà seguito da una settimana di letture, perfomance e screenings.

L’iniziativa è supportata dal Sandberg Instituut e si sviluppa partendo da un forte legame tra il dipartimento Dirty Art e Macao (The Wandering School, 2016).

MACAO

Nuovo centro per le arti, la cultura
e la ricerca di Milano

viale Molise 68
20137 Milano

organizzazione.macao@gmail.com

ASSEMBLEA

Ogni martedì dalle 21.30