eventi esterni

Macao non si lega

Nella tarda serata di martedì abbiamo appreso che questa mattina la Lega Nord avrebbe continuato il suo tour alla scoperta degli spazi liberati milanesi convocando un presidio per chiedere lo sgombero di Macao.

La notizia non ci ha di certo sorpreso visto che è prassi della Lega costruire le proprie campagne elettorali sulla solita retorica: degrado, spaccio e delinquenza sono gli argomenti cliché alla base della macchina del fango usata per descrivere Macao, come tanti altri luoghi, che invece agiscono quotidianamente per ricostruire un tessuto sociale distrutto da anni di politiche disastrose.

Il teatrino mediatico è condito dei soliti escamotage: disinformazione, incitazione all’odio e razzismo nel tentativo di distogliere l’attenzione dalla pessima gestione della crisi socio-economica in corso da parte della Regione Lombardia capitanata da personaggi ripetutamente dimostratisi ignoranti e inadeguati.

Il percorso iniziato da Macao nel 2012 è noto a tutt_, così come il ruolo che ricopre dall’inizio dell’emergenza sanitaria attraverso le azioni mutualistiche e solidali della brigata di zona. Senza tanti proclami, un gruppo autogestito di cittadini e cittadine ha riportato l’attenzione su una parte della città abbandonata dalla Lega - tanto quanto dagli altri partiti - sperimentando nuove pratiche di gestione e restituzione di un bene comune alla collettività.
Lega che dice di conoscere tanto bene il quartiere da sbagliare persino il numero civico di dove convoca il proprio presidio (siamo al 68, e qui restiamo).

Ora è il momento dell’alleanza tra i corpi, della performatività resistente, della cura e dell’immaginazione di nuovi scenari che ci portino lontano dal ritorno ad una normalità che non funziona e non ci appartiene più.

Vogliamo ringraziare tutte le persone e le realtà che hanno risposto con entusiasmo al nostro appello e che oggi sono venute a ballare, ridere, urlare, saltare e a supportare ciò che Macao rappresenta.

#sietefuorimoda #commonsdoitbetter

ENGLISH VERSION
Late last night, we got the news that the following morning Lega Nord would be continuing their tour of liberated Milanese spaces by organizing a picket in front of Macao, calling for our eviction.

This was no surprise to us, given that the Lega’s constant practice is to construct its campaigns on the same tired rhetoric: degradation, dealing and crime are the clichés used by the populist spin machine to descrive Macao and many other places like it; places that practice everyday rebuilding of the social fabric devastated by years of disastrous policy.

The media realm is filled with the usual tricks: disinformation, incitement of hatred and racism, in an attempt to distract from the Regione Lombardia’s poor management of the socio-economic crisis, spearheaded by figures who have repeatedly proven ignorant and inadequate for their roles.
Macao’s course of action from 2012 to the present is well known to all, as is the role it played from the start in the current medical emergency, through the mutual-aid and solidarity praxis of the local Brigades. Without a lot of fanfare, a self-organized group of citizens drew attention to a portion of the city that was of no interest to Lega Nord - or many other political parties - and are experimenting new forms of organization and re-centering of the collective good.
The Lega is so knowledgeable about the neighborhood that they even published the wrong street address for their picket (we are at number 68 and that’s where we’re staying).
Now is the time for alliance between bodies, for resistant performativity, for care, and for imagination of new scenarios to take us beyond the “return to normality”, which never worked, and is no longer ours.
We want to thank all the people and community members that responded to our call with enthusiasm and came by to dance, laugh, scream, jump and support Macao and what it represents.
#sietefuorimoda #commonsdoitbetter

MACAO

Nuovo centro per le arti, la cultura
e la ricerca di Milano

viale Molise 68
20137 Milano

organizzazione.macao@gmail.com

ASSEMBLEA

Ogni martedì dalle 21.30